L' Emilia-Romagna è zona 'arancione' fino al 3 dicembre 2020

ECCO LE NUOVE REGOLE

Coronavirus: sulla base dell’ultimo monitoraggio dei dati epidemiologici, analizzati dall’apposita cabina di regia e dal Comitato tecnico scientifico, LA REGIONE EMILIA ROMAGNA PASSA DALLA ZONA GIALLA A QUELLA ARANCIONE

In allegato l'ordinanza del Ministro della Salute che produce i suoi effetti fino al 3 dicembre 2020

SCARICA L’ORDINANZA

 LE PRINCIPALI ULTERIORI MISURE RESTRITTIVE, CHE SARANNO IN VIGORE DAL 15 NOVEMBRE

 Spostamenti. Oltre al divieto di circolazione dalle 22 alle 5 del giorno successivo (salvo comprovati motivi di lavoro, studio, necessità e salute) viene introdotto il divieto di spostamento in entrata e in uscita dalla nostra regione a un’altra e da un Comune a un altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, necessità e salute. È fortemente raccomandato evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata anche all’interno del proprio Comune

 Servizi di ristorazione. Chiusi bar e ristoranti 7 giorni su 7: l’asporto è consentito fino alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. 

 LE PRINCIPALI MISURE DELLA NUOVA ORDINANZA REGIONALE IN VIGORE DAL 14 NOVEMBRE AL 3 DICEMBRE

 Mascherina obbligatoria sempre

L’uso della mascherina è sempre obbligatorio, appena si esce di casa. Eccetto per bambini con meno di 6 anni, durante l’attività sportiva e per chi ha patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina. Durante il consumo di cibo e bevande e quando si fuma rispettare la distanza minima di un metro.

 Attività sportiva e motoria

È vietata nelle strade e nelle piazze del centro storico delle città e nelle aree solitamente affollate. È consentita in parchi pubblici, aree verdi, rurali e periferiche, rispettando sempre la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività.

  Nei negozi di generi alimentari potrà entrare un solo componente per nucleo familiare, fatta salva la necessità di accompagnare persone con difficoltà o minori di 14 anni

 Mercati ambulanti

Restano aperti quelli di via Sighinolfi/piazza Zaccagnini, Castiglione, Mezzano, Piangipane, San Pietro in Vincoli e San Zaccaria, che è stato possibile adeguare alle prescrizioni previste dall’ordinanza regionale. I mercati contadini di piazza della Resistenza, piazzale Farini e piazzale Marinai d’Italia vengono accorpati e trasferiti in parco Celso Strocchi (pista di pattinaggio), in via Ugo Foscolo, dove si svolgeranno ogni lunedì e giovedì, dalle 14 alle 18. Rimane aperto anche il mercato Bio Marché che si tiene in piazza San Francesco il martedì dalle 16 alle 20.

 Grandi e medie strutture di vendita

Chiuse nei giorni prefestivi e festivi, salvo generi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccherie ed edicole.

 Esercizi commerciali

Chiusi nei giorni festivi, fatta eccezione per generi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccherie, edicole.

 Consegne a domicilio

La vendita con consegna a domicilio è sempre consentita e fortemente raccomandata.

 Scuole

Sospese le lezioni di ginnastica, canto e strumenti a fiato nelle scuole elementari e medie.

 PRECISAZIONE SULLA NUOVA #ORDINANZAREGIONALE IN VIGORE DAL 14 NOVEMBRE FINO AL 3 DICEMBRE 2020

 

Una precisazione: nel testo dell'ordinanza regionale in vigore da sabato 14 novembre 2020, l’accesso di una sola persona per nucleo familiare è previsto negli esercizi di vendita di generi alimentari, non negli altri. 

Resta salva la necessità di poter accompagnare persone non autosufficienti o con difficoltà motorie ovvero minori di età inferiore a 14 anni.

Di seguito il testo:

“L’accesso agli esercizi di vendita di generi alimentari è consentito ad una persona per nucleo familiare, salva la necessità di accompagnare persone non autosufficienti o con difficoltà motorie ovvero minori di età inferiore a 14 anni”.

 

Metromappa dei Servizi

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.