LA NUOVA COMUNICAZIONE ALL’ENEA PER GLI INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO 2018

Per gli interventi di recupero edilizio e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia è stato introdotto dal 2018 l’obbligo di inviare telematicamente all’ENEA le relative

informazioni.

NON RIGUARDA GLI INTERVENTI CHE DANNO LUOGO ALLE DETRAZIONI PER RISPARMIO ENERGETICO IN QUANTO GIA’ OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE ALL’ENEA.

Dal 21 novembre è disponibile il portale per la comunicazione.

Quali interventi vanno comunicati?

-Strutture edilizie: riduzione trasmittanza termica pareti verticali, orizzontali e pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi;

-Infissi: serramenti complessivi di infissi (che non rientrano in quelli che danno diritto alle detrazioni per risparmio energetico);

-Impianti tecnologici: solare termico, caldaie a condensazione, pompe di calore, scaldacqua a pompa di calore etc…(sempre che non rientrano in quelli che danno diritto alle detrazioni per risparmio energetico).

-Elettrodomestici di classe A/A+ solo se collegati ad un intervento di recupero edilizio iniziato dal 1/1/2017: forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani di cottura elettrici, lavasciuga,lavatrici.

La comunicazione a regime va fatta entro 90 giorni dalla fine lavori o dall’acquisto. Per i lavori o gli acquisti fatti nel 2018 il termine è fissato a 90 giorni dall’attivazione del portale quindi entro il 19 febbraio 2019.

La comunicazione può essere fatta direttamente dal contribuente registrandosi al sito dell’Enea, da un intermediario o dal tecnico, se presente, che già segue le comunicazioni per il risparmio energetico.

Per gli acquisti di elettrodomestici fatti nel 2018 con le modalità per il “bonus arredo” si può provare a contattare il fornitore per sapere se intende fornire il servizio.

Non è espressamente scritto ma si ritiene che la mancata comunicazione all’ENEA porti alla decadenza dall’agevolazione con la possibilità di “remissione in bonis” cioè invio della comunicazione entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile con pagamento di una sanzione di euro 250.

CONVENZIONI 2019

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.